ALIMENTAZIONE

Nella canoa, come in tutte le pratiche sportive, è fondamentale una corretta alimentazione.

In questa sede non vogliamo svolgere una trattazione accurata della dieta di un canoista, anche perché sarebbe fuori luogo. Vogliamo solamente dare un consiglio su ciò che sarebbe il caso di consumare prima e dopo l’attività sportiva, nella fattispecie la lezione del corso di canoa.

PRIMA:

Prima di svolgere la lezione del corso di canoa è utile fare uno spuntino, leggero e nutriente, a non meno di un’ora di distanza dall’inizio della pratica sportiva.

Diamo un’idea da cosa potrebbe essere costituito uno spuntino tipo:

  • un frutto (banana, mela, arancia, ecc.);
  • una fetta di dolce (tipo crostata, torta alle noci, ecc.) che non contenga creme in eccesso; oppure va benissimo la classica fetta di pane o panino con la marmellata, con la nutella o col miele;
  • un succo di frutta;
  • un bicchiere d’acqua naturale non gassata;
  • a chi piace, può mangiare anche uno yogurt.

DOPO:

E utile portarsi appresso qualcosa da mangiare e da bere per dopo la lezione, diamo un’idea di cosa può essere indicato:

  • una bottiglietta di acqua naturale non gassata;
  • un frutto;
  • un succo di frutta.

Sarebbe utile, per evitare la disidratazione, sorseggiare un po’ d’acqua naturale subito prima dell’inizio della lezione del corso di canoa.

Come ultima raccomandazione sottolineiamo l’incompatibilità di alcuni alimenti con la pratica sportiva della canoa, quali per esempio: CIBI GRASSI (affettati, maionese, creme, ecc.), BIBITE GASSATE.

 

ABBIGLIAMENTO

L’abbigliamento in canoa deve avere le seguenti caratteristiche:

  • ADERENTE
  • ESSENZIALE
  • TERMICO
  • NON DEVE IMPEDIRE I MOVIMENTI

Questo perché, nel caso di caduta in acqua, il canoista non debba proseguire l’attività con indumenti inzuppati, pesanti e che favoriscano il raffreddamento.

Perciò, per chi non è in possesso di materiale tecnico specifico, consigliamo durante l’attività di canoa di vestirsi nel seguente modo:

  • a contatto con la pelle indossare una maglia di lana, o di materiale termico, aderente;
  • sopra a questa è consigliabile mettere un k-way che ripara dal vento e dagli schizzi, e che non si inzuppa in caso di caduta in acqua;
  • i pantaloni debbono essere aderenti e leggeri. Sono ottimi pantaloncini in licra (modello ciclista), in alternativa vanno bene anche dei comuni pantaloncini corti;
  • le scarpe da usare possono essere o da ginnastica (leggere e senza imbottitura), oppure dei sandali. Entrambe le soluzioni vanno bene, purché venga indossato anche un paio di calzini;
  • si raccomanda l’uso di un copricapo (cappellino, bandana, ecc.);

Nelle giornate particolarmente calde al posto della maglia di lana e del k-way basta indossare una comunissima T-shirt di cotone.

Infine si consiglia ad ogni partecipante al corso di portarsi appresso un secondo cambio completo, in modo da poter sostituire subito gli indumenti bagnati in caso di caduta in acqua.